WhatsApp Image 2020-11-25 at 01.15.10.jp
  • Instagram
paul_dolcini

DUBAI: LUSSO E CULTURA ARABA

900,00 (senza voli)
Aprile
Dubai
Difficoltà 2/5
5 giorni
Relax & Avventura
La guida di viaggio

ITINERARIO

PREMESSA: Affacciato sul Golfo Persico, nella penisola araba, Dubai è uno dei sette emiri che compongono gli Emirati Arabi Uniti. Circondata da un territorio prettamente desertico Dubai - senz''altro l'emiro più importante - negli ultimi anni si sta prendendo la scena mondiale grazie ai suoi giacimenti di petrolio che ne hanno permesso uno sviluppo incredibile. 



1° GIORNO - VOLO PER DUBAI


Normalmente tutti i voli che giungono a Dubai come destinazione finale hanno un piccolo scalo, sia esso a Ryad o ad Abu Dhabi. Il volo da Roma vi costerà circa €450,00; può sembrare molto ma per essere Aprile è un ottimo prezzo (a Luglio-Settembre si trova di meglio ma le temperature sono molto alte!) Bisogna quindi scegliere il giusto compromesso tra economia e clima. Non appena arrivato a Dubai raggiungo il mio hotel, il Mariott Al Barsha vicino al Mall of Emirates, centro commerciale famoso per la pista da sci collocata al suo interno. Dubai è una città molto grande con posti turistici situati uno molto distante dall'altro (io sono un gran camminatore, ma in generale non è una città che si può girare interamente a piedi). A pochi passi dal mio albergo si trova la metro e in alternativa i taxi hanno un prezzo molto conveniente per via del costo della benzina, molto più basso rispetto ai nostri standard. Il primo giorno ho visitato il Dubai Mall che si trova ai piedi del Burj Khalifa, a circa 20 minuti di taxi. E' immenso; vi si trovano tutte le più grandi marche occidentali ma la struttura è molto più grande rispetto ai nostri centri commerciali; ospita infatti persino un acquario gigantesco, un enorme pista da pattinaggio e un'imponente cascata artificiale. Il tutto creato (ovviamente) per stupire i turisti provenienti da tutto il mondo. E' immenso e volendo ci si potrebbe trascorrere un'intera giornata senza annoiarsi e - probabilmente - non si riuscirebbe neanche a visitarlo completamente. Nel primo pomeriggio sono salito sul Burj Khalifa (i biglietti li avevo comprati da casa per circa 40,00 €); vale la pena perché da lì si gode di una vista davvero mozzafiato; le persone sembrano formiche e altissimi grattacieli sembrano delle normalissime casette. Successivamente ho fatto un giro a piedi dello skyline circondante il Burj Khalifa. Il circondario è molto bello perché ci sono dei palazzi incredibili, ma appena ci si allontana come ho fatto io c’è pochissima gente che passeggia e vi è praticamente assenza di negozi di qualsiasi genere. Questa situazione si ripresenterà in tutta Dubai non appena ci si allontana dalle zone più turistiche e dai centri commerciali. Sembra quasi che Dubai abbia due facce nettamente distinte; da una parte la zona commerciale, la quale pullula di turisti e lavoratori, dall'altra quello che sarà in futuro parte di Dubai ma che ancora è in costruzione; una zona quindi desertica e poco popolata. La sera ho fatto una bella crociera a Dubai marina dove si può gustare un buffet a bordo (il mangiare non è niente di speciale), ma si gode di una vista meravigliosa dello skyline e di vari yatch. 



2° GIORNO - PRIMO CONTATTO CON IL CREEK E IL THE FRAME


Mi sveglio con calma per le 9.00, faccio colazione in albergo e parto con destinazione Creek; un canale dove si possono trovare piccole imbarcazioni che fanno fare piccoli giri ai turisti. In questa zona si può notare una grande disparità tra il lato destro colmo di grattacieli modernissimi e il lato sinistro con le antiche abitazioni arabe (caratteristiche della vera Dubai) con vari negozi tipici. Ho appurato che questo è l'unico posto dove si può vedere un po’ di storia a Dubai. Al pomeriggio sono andato al The Frame: un'imponente costruzione a forma di cornice che si trova immersa in parco a 20 minuti dal nostro hotel. Volendo si può salire direttamente sul Dubai Frame al costo di circa €11.00 per apprezzare il panorama. La sera sono andato al Emirates Mall, il centro commerciale vicino al mio albergo dove la cosa più caratteristica è stata la pista da sci, sicuramente particolare; ma per il resto è un centro commerciale molto simile a quelli che si possono trovare anche a Milano, a differenza del Dubai Mall che - al contrario - è davvero immenso ed unico nel suo genere. 



3° GIORNO - PALMA JUMEIRA 


Il giorno seguente sono andato a visitare la zona di Palma Jumeira, la famosa palma di Dubai dove si trovano ristoranti sfarzosi ed hotel unici nel loro genere. Da questa isola artificiale, costruita nei primi anni 2000, ho preso un trenino panoramico che mi ha portato all'hotel Atlantis, situato al centro della Palma e al parco acquatico. Ho mangiato in un ristorante accanto all'acquario dell'Atlantis; non mi ricordo il nome ma è l‘unico italiano e si mangia davvero molto bene! Ho avuto la fortuna di trovare, nel giardino del ristorante, il cancello aperto, riuscendo cosi a visitare l'hotel Atlantis senza esserne cliente. A differenza di quasi tutti gli altri luoghi del mondo in cui ho viaggiato, a Dubai non fanno entrare a visitare i grandi alberghi se non si è clienti. Visitarlo è stato un bel privilegio per le enormi piscine e le gigantesche fontane; le imponenti statue di cristallo e vari acquari interni davvero incredibili. Rientro in hotel con il taxi. Le corse in taxi all'interno di Dubai non dovrebbero quasi mai superare i €12/15.00 euro per tragitti anche di venti/trenta minuti. Il costo della benzina a Dubai sfiora i 50 centesimi al litro, motivo per il quale spesso può essere molto conveniente prendere un taxi piuttosto della metropolitana. Nonostante Dubai sia una città assolutamente sicura per le donne, quest'ultime hanno la possibilità di prendere taxi a loro dedicati (riconoscibili dal tettuccio rosa), i quali sono guidati da donne e sicuramente non vi recheranno alcun tipo di problema! 



4°GIORNO - BURJ AL-ARAB E BURJ KHALIFA


L'ultimo giorno mi sono tolto lo sfizio di andare a mangiare a pranzo al Burj al-Arab l'hotel a 5 stelle. E' bene chiarire una cosa: questo hotel si è "autodefinito" a 7 stelle, ma la commissione internazionale gliene ha riconosciute, al momento, solamente 5. Avevo già prenotato da casa a un costo di circa 300,00 euro. Ho mangiato in una grandissima sala e con un buffet gigantesco. Il cibo tuttavia non è niente di eccezionale se correlato al prezzo, ma mangiare lì è l ‘ unico modo per vedere i magnifici interni dell'hotel più lussuoso al mondo; con scenografiche fontane, lampadari e acquari di ogni genere. Il pomeriggio ho visitato il Miracle Garden: un meraviglioso giardino botanico che si trova praticamente circondato da una zona desertica; merita senz'altro una visita. L'ingresso costa circa 30 euro; è impressionante la varietà di fiori e come essi siano coltivati e posizionati per realizzare immensi personaggi dei cartoni animati - e non solo - alti una ventina di metri. La sera sono tornato al Burj Khalifa dove una ragazza che aveva un impegno mi ha regalato un biglietto per salire (sono stato molto fortunato!) Anche in notturna la vista toglie il fiato; vedere Dubai dall'alto degli 800 metri del Burj Khalifa è uno spettacolo impressionante per i nostri occhi. Infine ho assistito all'emozionante spettacolo delle fontane danzanti che si svolge ai piedi del Burj Khalifa a ritmo di musica. Rientro in hotel con la consapevolezza che purtroppo il giorno dopo dovrò prendere un'aereo direzione Milano e tornare a casa. 



5° GIORNO - RITORNO IN ITALIA


La mattina prendo un taxi verso l'aeroporto al costo di €18.00 e torno a Milano, dopo un breve scalo a Ryad. 


CONSIDERAZIONI: In conclusione è una città costruita per stupire e meravigliare i turisti , è un viaggio che mi sento di consigliare vivamente soprattutto a chi è amante delle costruzioni moderne e del lusso , meno a chi cerca in un viaggio più storia e desidera vivere secondo le tradizioni locali in quanto è tutto molto occidentalizzato e non costruito a misura d'uomo come le nostre città italiane ed europee . 


TIPS 


• Considerate il periodo di viaggio (alta/bassa stagione), con pregi e difetti annessi: se da una parte avrete un clima leggermente più favorevole, la bassa stagione vi permetterà di visitare e pernottare a Dubai a prezzi molto più accessibili! A questo proposito però sconsigliamo il periodo di Luglio-Agosto in quanto il caldo torrido potrebbe rovinarvi le giornate. 

• Spostatevi con i taxi - molto convenienti - nel caso non aveste voglia di camminate infinite. 

• Provate il cibo locale 

• Se siete donne utilizzate i taxi con il tettuccio rosa 

• Il mercato dell'oro merita senz'altro una visita e i prezzi sono assolutamente convenienti! 

• Consiglio il viaggio anche alle famiglie con bambini; Dubai è estremamente accessibile in questo. 

• Le prese di corrente sono come quelle che si trovano in U.K.

#EnjoyDubai

© Your Travel Tips

La guida di viaggio Lonely Planet: 

PERCHÉ FARE QUESTA ESPERIENZA?

IL LUSSO

Il cambiamento di Dubai negli ultimi anni è stato incredibile, ammirare tale fenomeno è sicuramente uno dei motivi.

LA MODERNITA'

La contrapposizione con la Dubai vecchia, quella dalla cultura araba, è da ammirare in tutte le sue forme.

IL MARE

Il Mare pulito, caldo e trasparente è da provare. Il golfo persico è unico e la vista mozzafiato.

I SOUK

La Dubai vera è incredibile: spezie, odori, sapori unici che difficilmente troverete altrove. Un contrasto da ammirare.

GALLERIA