17 giorni
Difficoltà: 3/5

LA MIA COSTA RICA: DAI CARAIBI AL PACIFICO

Gennaio
1,600 € (Senza voli)
  • Instagram
2.2viaggi
San Josè - Talamanca - Guapiles - Tortuguero - Santa Elena - Tamarindo
Avventura & Relax

ITINERARIO

La guida di viaggio

PREMESSA: Tutti i sentieri conducono a cascate, laghi vulcanici avvolti nella nebbia o spiagge deserte orlate dalla giungla. Da esplorare a cavallo, a piedi o in kayak, il Costa Rica offre una straordinaria varietà di avventure tropicali.

A chi è dedicato questo viaggio? Basta utilizzare queste due semplici parole: PURA VIDA

Uno slogan suadente ma anche un autentico modo di essere, la capacità semplice e speciale di rilassarsi e godersi le giornate. Ci si deve preparare ad escursioni nella foresta pluviale e sentieri ad alta quota, a lunghi tragitti in auto e a magnifiche onde da surf: BENVENUTI IN COSTA RICA!



1° GIORNO – VOLO ITALIA-COSTA RICA (SAN JOSE)


Partenza da Venezia con volo di linea Iberia per San Josè via Madrid. Pasti a bordo.

Durata del volo all’incirca di 15 ore e mezza considerando anche lo scalo, con il cambio di aeromobile.

Arrivo in Costa Rica lo stesso giorno del viaggio, in quanto abbiamo un cambio di fuso orario -7 ore; l’arrivo è previsto in serata.

Trasferimento dall’aeroporto all’hotel in taxi - prezzo circa di 30 $ a tratta; in caso, più accessibili, ci sono dei servizi di navetta per/dall’aeroporto agli hotels di San Josè: circa 15$ a persona a tratta

L’aeroporto dista dal centro della città circa 30 minuti (20Km)

Cena libera in hotel (vista la stanchezza) e pernottamento al Hotel Presidente – sistemazione in camera doppia superior in pernottamento e prima colazione – € 304,00 (è stato scelto un hotel di una categoria superiore per le prime notti in Costa Rica, per dar modo di ambientarsi ed organizzarsi; le altre strutture sono molto basic).


2° GIORNO – SAN JOSE'


Prima colazione in hotel, oppure, se non avete fretta, fermatevi lungo la strada o in qualche locale, di sicuro non mancherà la scelta. Giornata a disposizione: molti itinerari partono già per la scoperta del Paese tralasciando la capitale San Josè o “Chepe”, così affettuosamente chiamata dai suoi abitanti. Dedichiamogli almeno una giornata per esplorare e passeggiare lungo i marciapiedi e i viali pedonali, i quartieri storici come il Barrio Amòn (gallerie d’arte un tempo residenze coloniali), innumerevoli ristoranti, il mercato dei contadini dove troverete una ricca varietà e diversità di frutti e dei prodotti del paese, un’esperienza divertente.

La città è di dimensioni contenute e si esplora benissimo a piedi. Un esempio di sosta è l’edificio più bello di San Josè: Teatro Nacional, l’edificio pubblico più amato con una facciata neoclassica con colonne, dove all’interno si può prendere un caffè in un luogo suggestivo che rievoca la Vienna del primo ‘900. Ovviamente stiamo parlando di una città di cemento che a confronto del restante territorio potrebbe non rispecchiare il Costa Rica, quindi non aspettatevi chissà cosa.

Per i vostri pasti, dai chioschi senza pretese che preparano sostanziosi “casados”, pasti a prezzo fisso, ai moderni bistrò con cucina fusion e ce ne sono per tutte le tasche. Date anche uno sguardo alle “sodas”, delle trattorie sui bordi della strada dove poter assaggiare piatti locali.

Pernottamento.


3° GIORNO – SAN JOSE' - PUERTO VIEJO DE TALAMANCA (217KM)


Prima colazione. Noleggio auto presa in centro San Josè. Partenza per Puerto Viejo de Talamanca, nella costa caraibica del Costa Rica.

Durante il percorso, a soli 30 minuti da San Josè, si incontrerà il Parco Nazionale Braulio Carrillo, dove è presente una straordinaria biodiversità della riserva ottenuta alle diverse altitudini, dalle foreste nebulari. E’ una delle aree protette più grandi della Costa Rica e si trova in una delle zone più frastagliate del Paese; il paesaggio che vi si presenta è costituito da alte montagne coperte di boschi e una quantità di canyon nei quali scorrono fiumi e torrenti. Il tragitto della giornata è lungo, ma se volete dedicargli un paio d’ore c’è la possibilità di zip-line per vedere la foresta sopra un altro punto di vista (circa 50$).

Sosta per il pranzo a Siquirres, anche se non ci sono molte altre ragioni per fermarsi, però in caso, potete trovare banche ed internet se ne avete bisogno.

Procediamo per Puerto Vejo de Talamanca, passando per Puerto Limon dove sbarcano i crocieristi ma anch’essa non è meta indimenticabile.

Un tempo gli unici visitatori di questo piccolo villaggio, Puerto Vejo de Talamanca, erano surfisti intrepidi che si aggiravano pigramente per le vie con la tavola sotto il braccio, diretti a Salsa Brava, punto d’incontro in acque poco profonde ma con le onde più temibili di tutto il Paese. Oggi non è così, la cittadina si è ben sviluppata per accogliere i turisti con ristoranti raffinati che servono piatti fusion e bar in bambù dall’aspetto volutamente rustico con musica dancehall e reggaetòn a tutto volume. Basta allontanarsi dal centro per ritrovarsi in una quieta stradina secondaria in terra battuta dove mangiare un piccante stufato caraibico in compagnia delle famiglie del posto.

Sistemazione in hotel e tempo utile per qualche escursione in zona, come qualche passeggiata su delle spiagge circondate dalla natura rigogliosa, deserte e abbandonate. Pernottiamo in hotel e ci prepariamo alla giornata successiva! Abbiamo scelto l'hotel Almonds & Coral – sistemazione in bungalow in pernottamento e prima colazione – € 318,00 per due notti e due persone.



4° GIORNO – PUERTO VEJO DE TALAMANCA - ESCURSIONE BOCAS DEL TORO (PANAMA)


Prima colazione.

Da Puerto Vejo de Talamanca si può raggiungere in 40 minuti circa il confine del Panama: un vecchio ponte ferroviario sulle acque impetuose del Rio Sixaol che collega il Costa Rica con il Panama tra una distesa di piantagioni; il ponte di Sixaola fino a poco tempo fa era utilizzato anche da grandi autobus e camion, a volte con scene surreali tutte le volte che uno di questi veicoli passava rumorosamente sulle assi scricchiolanti, costringendo i pedoni a farsi velocemente da parte. Oggi c’è un ponte parallelo per il traffico a motore inaugurato nell’estate del 2012, ma i pedoni possono ancora divertirsi ad attraversare a piedi quello vecchio (a loro rischio e pericolo)

Da qui, si raggiungere Almirante,  dove si partirà con un taxi boat per un’escursione per Bocas del Toro, un arcipelago di isole avvolte dalla giungla.

Come accedere a Panama non è difficile: il confine è aperto dalle 7 alle 17 (alle 13 potrebbe esser chiuso per intervallo del pranzo). Prima del ponte dovrete farvi apporre il timbro di uscita sul passaporto e pagare la tassa di $7 all’ufficio immigrazione del Costa Rica; dopo aver attraversato il ponte pagherete la tassa di ingresso di $4 all’ufficio panamense.

La giornata sarà interamente dedicata alla visita di spiagge deserte, immersioni subacquee e snorkeling, gite in barca, avvistamento dei delfini ed innumerevoli bagni in questo mare indimenticabile.

Prima della chiusura del confine rientro a Puerto Vejo de Talamanca, Costa Rica, cena e pernottamento.



5° GIORNO – PUERTO VEJO DE TALAMANCA - GUAPILES (150KM) / PARCO NAZIONALE BRAUILIO CARILLO


Prima colazione – lasciamo Puerto Vejo de Talamanca e ripercorriamo la strada principale in direzione nord attraversando nuovamente Siquirres, salendo poi Guapiles per fermarci una notte. Si tratta di una cittadina agricola di pianura, piacevole e decisamente non turistica. Essa è base di partenza per il Parque Nacional Braulio Carrillo, a 20 minuti di auto. Giornata dedicata a questo parco poco visitato che dimostra un paesaggio di ripide colline rivestite da alberi incredibilmente alti che si alternano a fiumi impetuosi e gole. La straordinaria biodiversità della riserva è dovuta alle diverse altitudini, che variano dalle afose foreste nebulari che ricoprono i versanti del Volcan Barva fino a 2906 metri di quota ai bassopiani lussureggianti e umidi del versante caraibico. Il Parco offre eccellenti opportunità di birdwatching e tra le specie più facili da avvistare segnaliamo pappagalli, tucani e colibrì. Rientro in serata a Guapiles e rilascio dell’auto.

Cena e pernottamento al Casa Rio Blanco EcoFriendly B&B – sistemazione in camera doppia in pernottamento e prima colazione – € 85,00 per una notte e due persone.



6° GIORNO – GUAPILES - TORTUGERO VILLAGE E IL PARQUE NACIONAL TORTUGUERO


Prima colazione e direzione  per il Villaggio di Tortuguero, dove passeremo 2 notti; il parco naturale più bello del Costa Rica si sviluppa lungo un dedalo di canali d’acqua che sfociano sulla costa atlantica del paese. Creato nel 1975 è una delle aree incontaminate con la maggior diversità biologica offrendo uno dei paesaggi più rigogliosi del Costa Rica. Possiede una foresta tropicale molto umida favorendo così l’esistenza di poco più di 400 specie di alberi e circa 2200 specie di altre piante, così come 400 specie di uccelli, e diversi mammiferi in pericolo di estinzione come i tapiri, scimmie, gattopardi, giaguari, lamantini, bradipi e molti altri. In questo parco sono caratteristici i canali, le lagune e i fiumi di grande bellezza scenica che possono esser percorsi in barca, canoa e kayak per godersi il meraviglioso paesaggio.

Da Guapiles prenderemo un pullman in direzione Cariari della durata di circa 1 ora, e da qui un altro pullman per La Pavona e un trasferimento via mare per arrivare al Villaggio di Tortuguero (bene o male siamo sulle 2 ore di tragitto da La Pavona).

Il Villaggio è un piccolo paesello che conserva profonde tradizioni caraibiche ed è noto soprattutto per le numerosissime tartarughe marine che vi giungono a deporre le uova.

Pranzo in uno dei ristoranti presenti in zona dove poter assaggiare molte prelibatezze caraibiche quali il manzo in salsa di tamarindo, pesce alla griglia con salsa all’aglio, aragosta con gustose salse caraibiche e contorno di riso al cocco e fagioli, che non mancano mai il tutto accompagnati da bevande alla frutta sia alcoliche che non.

(TRASFERIMENTI ONE WAY a persona tra pullman e barca 8,90$)

Nel pomeriggio avrete l’imbarazzo del tour da scegliere, dalla visita dei canali alle indimenticabili passeggiate immersi nella natura ma visto che ci siamo, una visita al Centro di Conservazione delle Tartarughe che dista solo 200 mt a nord del villaggio non è da saltare: si tratta del primo ente istituito per la salvaguardia delle tartarughe del Tortuguero che gestisce una stazione di ricerca, un centro visitatori e un museo dedicato a tutto ciò che riguarda le tartarughe (entrata al museo 2$ a persona)

La Caribbean Conservation Corporation è il movimento nato proprio qui, per la salvaguardia delle specie, primo programma al mondo nel suo genere che monitoria costantemente la popolazione delle tartarughe sin dal 1955.

Cena e pernottamento al Mawamba Lodge Tortuguero – sistemazione in camera doppia vista giardino – € 236,00 per due notti e due persone.



7° GIORNO – TORTUGUERO VILLAGE 


Prima colazione e giornata dedicata esclusivamente alle varie escursioni in barca: in questo meraviglioso parco si snodano quattro itinerari acquatici: il Rio Tortuguero che rappresenta la via di accesso alla rete di sentieri. Questo splendido e ampio fiume, spesso coperto di ninfee, è popolato da uccelli come aironi, martin pescatori ecc.; il Cano Chiquero e il Cano Mora sono due canali più stretti che offrono buone opportunità per l’avvistamento degli animali. Il primo ha una vegetazione molto fitta dove vivono le tartarughe nere e iguane verdi, mentre il secondo è lungo 3 Km ma largo soltanto 10 metri perciò si ha la netta impressione di essere nel Libro della Giungla; il Cano Harold è un canale artificiale. Cena e pernottamento.



8° GIORNO – TORTUGUERO VILLAGE - VULVANO ARENAL


Prima colazione e rientro a Guapiles (TRASFERIMENTI ONE WAY a persona tra pullman e barca 8,90$) via mare e via terra. Arrivo per il pranzo e noleggio auto 4X4 per raggiungere il Vulcano Arenal che dopo la sua violenta esplosione del 1968, è diventato uno straordinario spettacolo della natura continuando a produrre quasi quotidianamente minacciose colonne di cenere, forti esplosioni e infuocate colate laviche. Alcuni consigli di attività: Arenal 1968, una rete privata di sentieri costeggia la colata lavica del 1968 o in alternativa una camminata a la catarata, una facile passeggiata di 2 Km andata e ritorno che parte dall’Arenal Observatory Lodge e arriva a una cascata alta 12mt. Il primo tratto è pianeggiante, quindi scende in una grotta dove troverete una roboante cascata dove sarete avvolti dal velo d’umidità della cascata molto tempo prima di vederla in tutta la sua grandiosità.

Dopo una giornata di attività fisiche, tempistiche permettendo, si raggiunge il Tabacon Hot Spring, uno dei centri termali più famosi al mondo, per un po’ di meritato relax nelle piscine immerse nei giardini tropicali. Cena e pernottamento al Arenal Observatory Lodge & Spa – sistemazione in camera doppia superior vista montagna in pernottamento e prima colazione – € 165,00, per una notte e due persone. 



9° GIORNO – VULVANO ARENAL - MONTEVERDE


Prima colazione e partenza per Monteverde, precisamente a Santa Elena, una zona che si presenta come un disordinato susseguirsi di villaggi, fattorie e riserve naturalistiche. Questa riserva è una delle aeree protette più famose, dietro ogni angolo c’è un qualche sentiero da esplorare, uccelli da osservare, cascate in cui nuotare e avventure da vivere.

I luoghi da di interesse a Monteverde e Santa Elena sono tutti pensati per avvicinare i visitatori alla natura, che si tratti di pipistrelli, farfalle, rane, serpenti o fiori, e vedere queste creature nel loro ambiente naturale da ancora più soddisfazione. Da visitare il Giardino delle Orchidee (Jardin de Orquideas, Monteverde Orchid Garden) e proprio qui c’è la possibilità di vedere l’orchidea più piccola al mondo (entrata 10$) oppure per un pizzico di avventura e coraggio un bel canopy tour che comprende 11 piattaforme ancorate a torri d’acciaio, lungo le quali è possibile sfrecciare sulla foresta primaria. Si raggiunge la velocità di 64 Km/h, il che spiega probabilmente perché lo SkyTrek è stato il primo canopy tour ad esser dotato di un vero sistema di frenata. La Skwalk è una passeggiata con guida di 2 Km su cinque ponti sospesi ed è disponibile anche una passeggiata serale.

Cena e pernottamento al Monteverde Lodge & Gardens – sistemazione in camera doppia vista giardino in pernottamento e prima colazione – € 137,00 per una notte e due persone.



10° GIORNO – SANTA ELENA - PARCO NAZIONALE RINCON DE LA VEIJA


Prima colazione. Lasciamo Santa Elena e procediamo per Rincon de la Vieja Volcano: il tragitto sarà di 200 km e la prima tappa sarà una sosta per il pranzo a San Rafael de Guatuso, il centro più popoloso di quest’area prevalentemente agricola che però ai turisti non offre moltissimo. Si procederà per il Cantone di Upala, una cittadina con un vivace mercato e molte ottime “sodas”. Arriviamo a destinazione, al Parque Nacional Rincon de la Vieja, piacevolmente isolato e poco affollato. Il parco deve il suo nome al vulcano attivo che ne rappresenta la principale attrattiva; è interessato da un’intensa attività geotermica: fumarole di vari colori, sorgenti termali, gorgoglianti pozze di fango bollente e la spumeggiante attività di un giovane piccolo vulcano.

Questa è una zona dedicata all’escursionismo e alle sorgenti termali: se la giornata è stata pesante, ci si può immergere in una sorgente termale. Dalla stazione dei guardaparchi di Santa Maria un sentiero conduce a ovest per 2,8 Km, attraverso la “foresta incantata”, passa accanto a una cascata e giunge alle sorgenti termali sulfuree (non immergersi per più di 30 minuti). Cena e pernottamento all'Hotel Hacienda Guachipelin – sistemazione in camera doppia standard in pernottamento e prima colazione – € 82.00 per una notte e due persone.


11° GIORNO – PARCO NAZIONALE RINCON DE LA VIEJA - TAMARINDO


Prima colazione e direzione Tamarindo dove ci soffermiamo qualche giorno per un puro relax di mare. Rilascio dell’auto in centro. Playa Tamarindo è la più nota spiaggia del Costa Rica per il surf e per la sua rinomata fama di località festaiola ecco anche il motivo per cui lo sviluppo edilizio e le strutture turistiche su questa parte del paese sono tra i più estesi. Qui si troveranno alcuni dei migliori ristoranti del paese. In questi giorni di relax si avrà la possibilità di scegliere tra attività come lo yoga sull’oceano per un saluto al sole, praticare surf o per lo meno tentare di imparare a rimanere in piedi sulla tavola (il prezzo di una lezione di aggira attorno ai 45$ e dura un massimo di 2 ore) oppure dedicarsi alle immersioni. Saoggiorneremo all'Hotel Pasatiempo – sistemazione in camera doppia standard in pernottamento e prima colazione – € 324,00 per un totale di 4 notti e due persone.


12-14° GIORNO – TAMARINDO


Passiamo le successive 3 giornate complete al mare a Tamarindo.


15° GIORNO – TAMARINDO - SAN JOSE'


Prima colazione e tempo utile per il trasferimento in aeroporto di Tamarindo per un volo domestico della durata di un’ora circa (140$), per rientrare a San Josè. Cena e pernottamento al Alajuela City Hotel & Guest House – sistemazione in camera superior in pernottamento e prima colazione – € 76,00 per una notte e due persone.


16° GIORNO – COSTA RICA - ITALIA


Prima colazione, tempo utile per il trasferimento in aeroporto e rientrare in Italia con volo di linea via Madrid. Pernottamento a bordo.


17° GIORNO – ARRIVO IN ITALIA


Arrivo in Italia e fine dei servizi.


CONSIGLI UTILI:


  • PER ACCEDERE AL PAESE: Passaporto regolare con una validità residua di almeno 6 mesi dal momento dell’ingresso al Paese; non è necessario visto per turismo fino a tre mesi di permanenza; è necessario possedere un biglietto di ritorno; si consiglia di fare una fotocopia o di scattare una foto del proprio passaporto con il timbro di ingresso da portare in ogni momento durante il soggiorno. Come in qualsiasi altro paese, è sempre necessario avere la massima attenzione ai propri oggetti personali, quali valige, documenti, in quanto c’è un forte incremento di furti degli stessi.


  • ASSICURAZIONE SANITARIO: è in generale buona: si consiglia ovviamente la stipulazione di un’assicurazione medica/bagaglio (con incluso anche l’annullamento con largo anticipo di prenotazione sari attorno ai 200,00 a persona).


  • COSTO DEL VOLO: andata e ritorno (nel mio caso da Venezia) con incluso un bagaglio a mano e un bagaglio da stiva da 23Kg – EURO 694,00 – a volte potreste trovare anche qualcosa in meno.


  • NOLEGGIO AUTO: PATENTE la patente italiana:


  1. Per 3 giorni – presa a San Josè e rilascio a Guapiles: Suzuki Jimny 4X4 o similare, 4 porte, cambio manuale, aria condizionata, rimborso franchigia totale, chilometraggio illimitato, assicurazione danni da collisione, assicurazione furto, assicurazione terzi, tasse locali e aeroportuali incluse TOTALE EURO 110,00 (in loco 30 euro per supplemento one way di rilascio in altra località)

  2. Per 4 giorni – presa a Guapiles e rilasciata in zona Tamarindo: Suzuki Jimny 4X4 o similare, 4 porte, cambio manuale, aria condizionata, rimborso franchigia totale, chilometraggio illimitato, assicurazione danni da collisione, assicurazione furto, assicurazione terzi, tasse locali e aeroportuali incluse TOTALE EURO 200,00 (in loco 30 euro per supplemento one way di rilascio in altra località)

#DiscoverCostaRica

© Your Travel Tips

La guida di viaggio Lonely Planet: 

PERCHÉ FARE QUESTA ESPERIENZA?

WhatsApp Image 2020-11-25 at 01.15.10.jp

MARE

L'oceano è sempre molto affascinante, questo ormai si sa. Ma ammirarlo al tramonto di Tamarindo ancora di più!

WhatsApp Image 2020-11-25 at 01.15.10.jp

LA FAUNA

I parchi nazionali offrono la possibilità di ammirare numerosissime specie! Da non perdere la fauna in Costa Rica!

WhatsApp Image 2020-11-25 at 01.15.10.jp

LA VEGETAZIONE

Non solo all'interno dei parchi naturali: la vegetazione è presente quasi ovunque, fino all'Oceano Pacifico!

WhatsApp Image 2020-11-25 at 01.15.10.jp

AVVENTURA

Le tante esperienze, escursioni e gite rendono il Costa Rica un punto focale dell'avventura SudAmericana!

GALLERIA

©2020 di YourTravelTips - info.yourtraveltips@gmail.com

Sito Web realizzato da Andrea Almanza