MILLE SFUMATURE DI ZANZIBAR

WhatsApp Image 2020-11-25 at 01.15.10.jp
  • Instagram
giorgiafolino
900,00 (Senza voli)
Novembre
Zanzibar
Difficoltà: 2/5
7 giorni
Mare & Avventura
La guida di viaggio

ITINERARIO

PREMESSA: Zanzibar è un isola meravigliosa,a tanto da mostrarvi e raccontarvi.

Per il vostro soggiorno vi consiglio di stare a nord (Nungwi).

Io ho soggiornato presso Sandies Baobab Beach,si trova sulla famosa spiaggia bianca, sulla punta settentrionale di Zanzibar.

La struttura prende il suo nome dai maestosi Baobab secolari, rendendolo un'oasi tropicale unica immersa nella natura.

Le camere della Resort sono circondate da giardini e alberi tropicali e vantano di un ottima pulizia.

La struttura ha accesso diretto alla spiaggia con un ristorante, una piscina e una barretta, tutti di fronte alla spiaggia e alle acque blu turchesi.

Un anfiteatro ospita lo spettacolo serale delle località turistiche con spettacoli, ballerini locali, musicisti e acrobati.

Tassa di infrastruttura: 1 USD a persona per notte. Le tasse generalmente dovranno essere pagate in hotel all'arrivo, ma a volte può capitare che le facciano pagare al termine soggiorno.

A Nungwi apprezzerete molto il mare perché sarà un po’ diverso rispetto a quello del resto dell’isola.

A nord infatti il mare non risente così fortemente il fenomeno delle maree e di conseguenza delle alghe,vi ritroverete davanti un mare cristallino e di mille sfumature di azzurro e blu, non vorrete più uscire dall’acqua.

Il vero spettacolo avviene nell’ora del tramonto, si dice che il sole baci il mare quando tramonti e il mare si tinge di arancio; per ammirare al meglio questo momento vi consiglio di fare il “Sunset” farete un aperitivo su una loro barca tipica, con un immensa vela e un terrazzino rialzato su cui godersi il panorama; mangerete frutta tropicale sorseggiando bicchieri di coca e rum o birra.

Il giro e divertente perché il personale locale intratterrà con animazione e vi insegnerà il canto “ JAMBO MBWANA”.


ZANZIBAR CON CHI FARE LE ESCURSIONI:

Zanzibar offre escursioni sia di interesse storico culturale sia naturalistico.

Escursioni per gli amanti del mare e dello snorkeling e per i più esperti appassionati di diving e immersioni.

Le escursioni sono adatte a coppie giovani o meno giovani,viaggiatori solitari o famiglie.

A Zanzibar potete avere più scelte su come e con chi effettuare le escursioni:

Tramite il resort: Ovviamente la comodità di partire sempre dal resort, ma ne va a discapito il prezzo perché il Tour Operator ne incassa delle commissioni.

( solitamente i più diffidenti prenoteranno qui)

Tramite i Beach Boys: Questi sono ragazzi che troverete ad assaltare le rive delle spiagge per vendervi qualche escursione (alcuni hanno la licenza, altri no)..

È simpatico fare due chiacchiere con loro anche se talvolta potreste trovare pesante la loro presenza.

Vi dirò all’inizio ero scettica ovviamente in primis per la differenza di prezzo e per il fatto che non ci fossero assicurazioni,ma ho voluto dargli fiducia e CONSIGLIO VIVAMENTE di affidarvi a loro, sono gentili, premurosi, divertenti,coinvolgenti senza escludere nessuno e conoscono molto più posti e informazioni storiche o culturali, offrono un pacchetto più completo rispetto a quello che ti offre il resort facendoti vedere solo le basi della cultura.

(Io ho effettuato tutte le escursioni con loro e confrontandomi con una ragazza che è stata in escursione con il resort ho potuto confrontarmi)

Entrare a contatto con queste persone ti fa molto riflettere..oltre alle apparenze conosci davvero la loro storia come vivono,le loro tradizioni, le loro famiglie..

Sapete cosa amo molto di loro ?

Nonostante non abbiano poco o niente il sorriso è la grinta non gli manca mai e ringraziano per quello che hanno e per la salute personale e dei loro cari.

 

LE ESCURSIONI CHE VI CONSIGLIO:

 

Prison Island:

Questa è una di quelle escursioni da fare sicuramente, unisce interesse storico,naturalistico e culinario.. cosa volete di più??

questo luogo fu disabitato fino al 1860, quando venne trasformato dagli arabi in un luogo di detenzione per schiavi.

Nel 1893, il primo Ministro Britannico di Zanzibar acquistó Prison Island dagli arabi e vi fece costruire la prigione (da qui il nome) e perciò...

Lascio a voi scoprire la storia di questo luogo interessante e meraviglioso.

L’isola ora è diventata un “ punto di accoglienza “ di una specie di tartaruga gigante delle Seychelles;le vedrete passeggiate libere nel parco e potrete fotografarle ( ci sono addirittura esemplari che oltrepassano i 200 anni di età! )

Escursione adatta a famiglie e bambini e viene abbinata al pranzo a Nakupenda.

(vedi di seguito)

 

**IL MIO CONSIGLIO**

Portatevi una bottiglietta d’acqua e un riparo per la testa perché potreste capitare nell’isola

in tarda mattinata quando il sole è molto caldo.

 

Nakupenda:

Detta anche “ l’isola che non c’è “ è una striscia di sabbia che compare durante il giorno e scompare con l’alta marea;

Sembrerà di vivere qualche ora in un atollo sperduto.

Si raggiunge in pochi minuti di barca una volta lasciata Prison Island.

All’arrivo potrete buttarvi in acqua per rinfrescarvi, ( se siete amanti dello snorkeling portatevi la maschera per godervi la moltitudine di stelle marine colorate che riempiono i fondali), nel frattempo lo staff starà preparando per voi l’area per il pranzo, una volta pronto potrete ripararvi all’ombra dei Kanga (parei tipici) e gustare specialità tipiche di Zanzibar.

Un escursione adatta a tutti, dalle famiglie con bambini, alle coppie che vogliono trascorrere una giornata romantica di relax in mezzo all’Oceano Indiano.

 

**IL MIO CONSIGLIO**

Portatevi maschera e boccaglio per una nuotata come si deve in queste acque cristalline.

In alta stagione non aspettatevi di avere la lingua di sabbia tutta per voi. Ovviamente l’affluenza turistica è alta data la bellezza del posto.

Portarvi crema solare,pareo o cappellino per ripararvi dal sole.

 

Safari Blu:

È un escursione adatta ai veri amanti del mare e dello snorkeling;

Trascorrete una giornata esplorando fantastici angoli di mare nell’area protetta Menay Bay.

Viaggerete a bordo di una imbarcazione locale (dhow)che si fermerà per delle tappe di bagni e snorkeling.

La zona è caratterizzata dalla presenza di delfini che solitamente se il mare è calmo avrete la fortuna di avvistare e perché no, farci anche un bagno assieme.

Il tour inoltre prevede il passaggio e la sosta nella caratteristica laguna di mangrovie dove potrete tuffarvi in una vera piscina naturale che cambia aspetto a seconda della marea.

 

**IL MIO CONSIGLIO**

È un escursione adatta a chi ama nuotare;se non siete amanti dei bagni o privilegiate aree dove si tocca vi consiglieri altre escursioni.

 

Stone Town:

Tra le cose da vedere a Zanzibar sicuramente c’è la sua capitale!

Arrivando in aereo potrete notare dall’alto tanti punti colorati e brillanti: state sorvolando l’area in cui si estende la città di Stone Town, caratterizzata da una miriade di tetti in lamiera delle abitazioni locali.

La capitale è il centro abitato più popoloso dell’isola di Zanzibar dove si trova l’aeroporto internazionale Karume e il porto turistico e commerciale, la città oltre ad essere il punto di riferimento dell’isola, ha una grande storia è un grande passato da cui deriva il suo nome, Stone Town o città di pietra anche se i locali amano chiamarla “ Miji Mkongwe”.

Dal 2000 è stata riconosciuta dall’Unesco patrimonirimonio dell’umanità che racchiude nella città vecchia tutta la sua bellezza nei secoli.

Questa è l’escursione con più carattere storico/culturale;una visita alla capitale è consigliata a chi vuole comprendere il fulcro dell’isola con i suoi aspetti storici, economici,religiosi,culinari.

Questa visita coinvolgerà tutti i vostri sensi per il mix particolare che si creerà.. profumi,odori,colori, sapori e rumori.

Cercate di capirla nelle sue vaste sfumature.

Potrete passeggiare per le stradine della città vecchia,godervi un tramonto nei giardini di Forodhani,fare shopping tra le centinaia botteghe locali.

Non perdetevi la vista al Forte Arabo,alla casa delle meraviglie, alla cattedrale Anglicana,alla casa di Freddy Mercury.

 

**IL MIO CONSIGLIO**

Cercate di visitare la città ne pomeriggio,fino al tramonto per evitare le ore calde della mattina e godere poi il momento di relax in cui la città si tinge di arancio e la confusione si placa completamente.

Troverete una moltitudine di banchetti che vendono un dolce di origine Indiana/Omamita chiamato Haluwa di cui gli zanzibarini vanno pazzi; un mix di semi,spezie e frutta secca, nonostante le tentazioni le condizioni igieniche sono precarie e consiglio di rifornirvi in strutture meglio organizzate al fine di limitare problemi gastrointestinali.

 

Tour delle spezie:

Un occasione per vivere un po’ l’entroterra dell’isola;

Potrete passeggiare con una guida tra le piante più strane e scoprire da dove nascono tutte le spezie che trovate pronte a tavola.

É un giro molto rilassante e fresco perché sarete coperti da palme e vegetazione varia.

Userete la vista,il tatto e l’olfatto.

Vedrete una dimostrazione di arrampicata su una palma e vi regaleranno simpatici oggetti fatti a mano proprio intrecciando le foglie di palma.

Escursione simpatica per grandi e piccini.

 

**IL MIO CONSIGLIO**

Escursione adatta a famiglie con bambini grandi,i più piccoli potrebbero annoiarsi.

Consiglio delle scarpe comode e leggere dovendo camminare nella vegetazione.

 

Atollo di Mnemba:

Situato a Nord Est di Zanzibar é un atollo privato con un resort di lusso ad accesso controllato.

Se non si soggiorna presso il resort non si può attraccare all’isolotto.

L’isolotto di Mnemba é circondato da una barriera corallina viva e rappresenta uno spettacolo unico per gli amanti dello snorkeling e diving.

L’escursione dura circa mezza giornata.

 

**IL MIO CONSIGLIO**

Ricordatevi di portare una protezione alta visto che si passa parecchio tempo al sole e in acqua.

 

ZANZIBAR CONSIGLI DI VIAGGIO:

 

In questa sezione vi fornisco un quadro generale dei consigli di viaggio per Zanzibar;

Tutto quello che è importante sapere prima di partire,così che possiate vivervi al meglio ciò che quest’isola vi offre!

 

IL VISTO A ZANZIBAR:

Il visto di ingresso ha un costo di 50,00 usd.

Direttamente in aereo vi forniranno un modulo da compilare che dovrà poi essere consegnato ai banchi dell’immigrazione in aeroporto.

Il visto turistico ha validità 3 mesi per i cittadini italiani, con il visto turistico non si può lavorare sull’isola.

 

MONETA E CAMBIO:

La moneta utilizzata a Zanzibar è lo scellino Tanzaniano (TSH-TZS); Dollari americani o Euro sono comunque accettati, ma bisogna fare attenzione ai tassi di cambio applicati quando pagate con valuta estera.

Per il cambio valuta io consiglio la zona del mercato di Darajani in città, dove si trovano parecchi “Bareu de Change” che applicano tassi di conversione corretti o in alternativa recatevi recatevi in banca e prelevate presso un ATM.

(prima di partire date un occhio al valore attuale dei cambi di Euro e Dollaro Americano con lo Scellino (TSH-TZS).

 

MAREE A ZANZIBAR:

Come sappiamo quest’isola è interessata dal fenomeno delle maree; su tutta la costa Est si estende un importante barriera corallina da Nord a Sud che protegge le spiagge e crea meravigliose lagune.

La marea a Zanzibar “cambia” ogni 24 H. Con due picchi di bassa e due picchi di alta;la differenza di livello può superare i 4 metri a seconda della fasi lunari,i picchi si alternano ogni 5 ore e mezza circa.

Questo significa che avrete uno scenario diverso ogni giorno allo stesso orario!

Quando la marea è bassa potrete farvi delle belle passeggiate, è MOLTO IMPORTANTE però attrezzarsi di scarpine da scogli o scarpine adatte per proteggersi da coralli e aculei di ricci che staccandosi con le maree vengono a riva a volte.

 

TRASPORTI E COME MUOVERSI A ZANZIBAR:

Ci sono diversi modi per spostarsi sull’isola, anche se il più semplice resta il taxi.

 

Il mezzo di trasporto più utilizzato dai locali è il tipico DALA-DALA, coprono tutto il territorio ma diciamo con tempi e orari non propriamente definiti.

Le fermate, a parte i capilinea principali, sono tutte a richiesta e posso avvenire dovunque.

Rimane in esperienza simpatica ma solo per i più coraggiosi e avventurieri perché oltre ad essere ammassati tra le persone (all’odore di sudore),al di sopra dei DALA-DALA ci caricano qualsiasi cosa la persona si stia portando appresso.

 

Il TAXI seppur costoso,è il servizio più sicuro ed efficiente; mi raccomando affidatevi ai taxi con regolare licenza, li riconoscerete per via degli adesivi sui lati delle auto e per la targa rossa.

 

Infine potrete decidere di noleggiare un’auto per essere completamente autonomi, ma guidare un auto a Zanzibar non è semplice per diverse ragioni:

  • la guida è a destra.

  • le strade non sono in buone condizioni e a volte potreste trovarvi ad attraversa voragini nell’asfalto.

  • lo Zanzibarino è molto spericolato alla guida e se doveste fare un incidente non sarebbe facile gestire problematiche burocratiche e sociali.

  • troverete spesso la polizia con i loro posti di blocco e dovrete allungargli una “mancia” per poter passare e proseguire il vostro percorso.

  • il traffico specialmente a Stone Town è molto ingestibile.

 

FUSO ORARIO:

Zanzibar è una meta molto godibile per tutto il periodo che ci soggiornerete,in quanto il suo fuso orario è di 2 ore in più rispetto a quello italiano e solo di 1 ora in più nei periodi di ora legale.

Non avrete nessuna ripercussione di jet lag, né all’arrivo sull’isola, né al ritorno in Italia.

 

PRESE ELETTRICHE:

Le prese di corrente utilizzabili a Zanzibar sono di “tipo inglese” a 3 lamelle.

Generalmente la maggior parte delle strutture mette a disposizione gratuitamente gli adattatori, per sicurezza vi consiglio di mettervene uno in valigia.

 

VIAGGIARE IN SALUTE:

 

FARMACI UTILI DA METTERE IN VALIGIA:

  • Antibiotici generici

  • Antidiarroici

  • Analgenici

  • Farmaci contro il mal di mare(se avete escursioni in programma escursioni in mare)

  • Crema solare con protezione alta

  • Pomata per ustioni e punture di insetti(anche se come metodo naturale è molto efficace l’Aloe,importante se la utilizzate non mettetevi poi le mani in bocca perché vi resterà un sapore molto amaro in bocca)

  • Repellente per insetti

  • Pinzetta (potrebbero venire utili per togliere qualche ago di riccio)

 

VACCINAZIONI OBBLIGATORIE?

L’unica vaccinazione obbligatoria è quella contro la febbre gialla, ma SOLO se si proviene da zone infette e non è il caso dell’Italia.

Occorrerà mostrare il certificato dell’avventura vaccinazione in aeroporto se ad esempio abbiamo effettuato un viaggio in Kenia nel periodo in corso.

 

PREVENIRE È MEGLIO DI CURARE:

Per le zanzare,privilegiare abiti leggeri evitando di lasciare zone del corpo scoperte in particolare al tramonto o alla sera, utilizzare repellenti e dormire con le apposite tende zanzariere avvolte intorno al letto.

 

Per l’igiene, lavatevi spesso le mani per ridurre la carica batterica con cui entrate a contatto; sembrerà una cosa banale ma tante infezioni si prendono così.

 

Per il cibo, siccome le condizioni igieniche sono precarie, sconsiglio di mangiare cibi crudi(sia carne chs pesce).

Sbucciare sempre la frutta e privilegiare bevande fresche e non con ghiaccio.

 

Per rinforzare la flora batterica e le difese immunitarie consiglio di assumere fermenti lattici la settimana prima e durante il soggiorno a Zanzibar.

 

Attenzione al sole,ci si trova in una zona vicino all’equatore dove la luce solare e ben più forte di rispetto a quello che siamo abituati a prendere.

Anche in una giornata coperta vi assicuriamo che è possibile bruciarsi, sopratutto i primi giorni di vacanza.

 

Occhio ai ricci,quando entrate in acqua guardate sempre per terra,i ricci sono tanti e nascosti, basta un attimo per trovarsene uno sotto il piede; dovesse capitare disinfettate e togliete i pungiglioni con una pinzetta.

I Masai solitamente consigliano la Papaia, che sembra essere un buon rimedio naturale.

#ExploreZanzibar

© Your Travel Tips

La guida di viaggio Lonely Planet: 

PERCHÉ FARE QUESTA ESPERIENZA?

SPIAGGE A NORD

L'acqua è spettacolare, le spiagge bianchissime e l'acqua di un turchese incredibile: benvenuti a Zanzibar!

SNORKELING

Una delle escursioni più incredibili della vostra vita! Alla scoperta di piccoli angoli di mare tutti da scoprire!

STONE TOWN

La capitale di Zanzibar: colori, odori, rumori e tanta cultura! Imperdibile tappa da alternare ai giorni di relax!

I TRAMONTI

Ammirare un tramonto a Zanzibar è una delle esperienze più incredibili che possiate fare nella vostra vita.

GALLERIA